anestesia-dentale

La non giustificata paura dell’anestesia dentale

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Forse fai parte di quella categoria di pazienti che manifesta un po’ d’angoscia quando si trovano costretti a recarsi dal dentista. Devi sapere che oramai le tecnologie all’avanguardia,i passi avanti compiuti in ambito scientifico e l’estrema preparazione degli specialisti hanno praticamente annullato la componente dolore durante le normali operazioni ai denti.

Ad oggi chi si siede sulla nota poltrona inclinata deve solo rilassarsi, grazie anche alle anestesie locali moderne che, in pochi secondi, vanno letteralmente ad addormentare la zona interessata, lasciando invece ben sveglio il paziente. Potrai sicuramente sentire qualche fastidio nel momento in cui l’effetto sparirà, ma roba di poco conto e di cui ti diremo più avanti, perciò puoi star tranquillo!

 

 

Perché ricorrere all’anestesia dentale?

Le cosiddette anestesie dentali sono utilizzate dallo specialista quando ad esempio hai bisogno di un impianto artificiale, di estrarre un dente malandato o, al contrario, quando c’è la necessità di ricostruirlo in toto. Puoi quindi affrontare questo genere di operazioni rimanendo totalmente cosciente e rendendo insensibile la porzione di gengiva coinvolta. Il procedimento vero e proprio consiste nell’iniettare la sostanza anestetica in uno o più punti a livello gengivale, andando di fatto a inibire il normale funzionamento dei tuoi nervi. Questi ultimi infatti non saranno più in grado di inviare i classici segnali di dolore al tuo cervello, tramite messaggi chimici o elettrici, e perciò tu non sentirai nulla, almeno fino al termine del tempo di efficacia del farmaco.

 

 

Esistono controindicazioni inerenti alla somministrazione di anestetici?

Devi sapere che, come qualsiasi sostanza xenobiotica (ossia estranea all’organismo), anche l’anestesia dentale può determinare alcuni effetti collaterali, ma sempre di lieve entità. Alcuni esempi sono:

  • avvertimento di una piccola fitta durante le iniezioni sulla gengiva
  • comparsa di un livido a livello della zona interessata dall’iniezione
  • sensazione di formicolio al termine dell’effetto dell’anestetico
  • insensibilità temporanea di una parte del viso

Alcuni pazienti manifestano anche episodi di mal di testa, leggere vertigini, intorpidimento generale e vista a tratti sfocata, tutte casistiche meno diffuse ma che devi comunque conoscere.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi